Browsing "Cicatrici"
nov 30, 2016 - Cicatrici    Dicevi?

Benvenuta

Benvenuta
manuncine vispe
su fioche ante celesti
permesso prego
è tutto a posto
chi paga questo lusso
bagai.

La mamma
sa sveglia nonna
l’accarezza nuova
riscopre la pace.

Il figlio
si battezza padre.

La ruota
nun se cura
svela na creatura
benvenuta.

set 13, 2016 - Cicatrici, Polaroid    Dicevi?

Empty

Pressato fra molecole
asso da canasta
senza più ossa per mollare il colpo
con un guaito soffocato
ed un buon rendimento alla distanza
ma con bulbi recisi agli occhi
e congiunzioni a fuor di bolla.

Cos’è mai questo frusciarsi fuoribanda?
Un’avvertenza ignorata, una sosta dimenticata,
un appuntamento forzato ed una resa disattesa.

Empty,
scassinato e oltremisura
oltre il guado senza condimenti premettendo
ora m’accorgo solo delle stonature
delle macchie e del freddo che sostiene il muro
alfine insisto
solito contrappunto polifonico muto.

giu 21, 2016 - Cicatrici    Dicevi?

Orribili ultimi

Orribili ultimi
che fan capo chino
al capezzale del sole
storditi e illusi
emaciati da Elvis
ricompensati dai sogni
squassati e ridanciani
irritanti amici dei margini
scansatevi
all’affitto del mio ciancicare
firmo il mio canone
e torno a ballare.

apr 14, 2016 - Cicatrici    Dicevi?

Sestante

Aperitanti,
esperti vocianti del credersi,
mignolanti sprizzanti vacui
almeno tendete al ronzio
di chi v’offre sputi in rima
davanti al vostro incensarvi
oliandovi ovaie ed eghi
che siete null’altre particelle
di quelle che di voi si scordano
perciò orquando prenderete atto
di contar capocchie d’ago
misure tra l’essere e qualche astro
ripagherete l’offerta essenziale
al fuoco tardo del vostro volo alato.

feb 9, 2016 - Cicatrici    Dicevi?

Son dodici anni già

Ed altri quattro che
v’abbriscolate insieme
su zuccheri filati
cantando osterie
spicciolando le arance
tendendo la voce
vi ascolto divenire.

Accarezzo iceberg
il capitano in pectore
non percepisce l’abisso
testarda la rotta
e non raccoglie la falla.

Chiedo al faro
che rinsavisca la tempesta
accarezzi al bastone l’onde
e quietando la nebbia
mostri la terra
che non si trattiene
ma ci sorregge
senza chieder niente.

Pagine:«123456»